Shiatzu

Shiatzu

Gli “ esercizi generali” del Do-In risalgono ad epoca antichissima e sono stati introdotti in Occidente da Michio Kushie dai suoi collaboratori negli anni 70.

Eliminano le rigidità muscolari, influenzano direttamente o indirettamente il funzionamento degli organi interni attraverso la stimolazione delle loro aree riflesse e sfruttano l’energia vibratoria che circonda il nostro corpo e lo attraversa.

Vanno seguiti senza soluzione di continuità, vestiti comodi e stando in una posizione naturale. L’ideale è farli al mattino perchè attivano l’energia, sono molto tonificanti, quindi danno anche apprezzabili risultati estetici.

Do-in significa immissione nel proprio sé fisico e spirituale di forze vitali esterne, esso è, in altri termini, il raggiungimento dell’unità tra il mondo esterno e quello interno. Le tecniche del Do-in, costituite da movimenti semplici e naturali, sono logiche, intuitive, e uniformano i movimenti individuali al movimento universale.

È da questa disciplina che sono nate e si sono poi distinte nel corso di cinquemila anni, altre tecniche terapeutiche e spirituali quali lo Shiatsu, l’agopuntura, alcuni tipi di meditazione e di esercizi yoga, fino alle arti marziali.

Gli esercizi del Do-in possono essere praticati da chiunque, ovunque, con modesto dispendio di tempo. Poiché non richiedono un impegno speciale né compromettono la nostra attività quotidiana possono far parte della vita di ogni giorno.

do_in

 

Lo stiramento dei meridiani sono una pratica anti-stress e riequilibrante, una successione di movimenti di stretching che, mentre apportano sollievo alla muscolatura, ci mettono in contatto con l’intero nostro organismo e ci inducono alla meditazione.

La particolarità di questo sistema di esercizi consiste nell’uso di immagini mentali per facilitare la circolazione dell’energia attraverso l’intero corpo.

corpo esercizimeridiani

Le caratteristiche di questi esercizi sono il rilassamento psicofisico e un ampliamento della consapevolezza. Si tratta di un vero e proprio approccio zen che collega l’armonia della mente con quella del corpo. L’esercizio non  dovrà essere più un impegno faticoso e che richiede tempo prezioso: da cinque a dieci minuti di esercizi rilassanti sono sufficienti per portare ognuno nelle migliori condizioni fisiche e mentali. Questo nuovo metodo costituisce una novità che abbina e pone in evidenza l’elemento psicologico a quello fisico.

stretching

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *